Persino i coltelli ZWILLING, prima o poi, devono essere riaffilati.

Con l’andare del tempo, anche un buon coltello perde il filo e si spunta, poiché a ogni utilizzo viene rimosso un po’ dei materiale dalla lama. Il risultato è che il grado di affilatura si riduce. Questo fenomeno interessa anche l’acciaio più duro e persino un coltello di ZWILLING o di uno dei nostri altri marchi ad un certo punto deve essere riaffilato. Lo sapevi? Un coltello ben affilato è più sicuro di uno che ha perso il filo perché per tagliare ti basta esercitare una forza minore. Il coltello penetra meglio nell’alimento, non scivola e la mano non si affatica rapidamente.


Perché il mio coltello si smussa? Le cinque principali situazioni da evitare:


  1. Alimento sbagliato: alimenti troppo duri o resistenti danneggiano il tuo coltello
  2. Superficie di appoggio troppo dura, ad esempio vetro, ceramica o pietra
  3. Tecnica di affilatura errata/tenere il coltello in modo non corretto durante l’affilatura
  4. Lavaggio del coltello in lavastoviglie: sostanze chimiche aggressive e calore danneggiano il coltello.
  5. Conservazione non corretta, ad esempio nel portaposate comune all’interno di un cassetto

Affilare nel modo corretto: con quali strumenti?

In un modo o nell’altro, il tuo coltello è sempre in grado di sopportare una nuova affilatura. Proprio per questo scopo, per avere una personale officina di affilatura coltelli all’interno della tua cucina, puoi acquistare nello shop online di ZWILLING pratici prodotti come acciaino, pietra per affilare e affilacoltelli. Prima di procedere all’affilatura vorresti imparare qualche nozione di base? Allora continua a leggere: qui ti presentiamo i prodotti ZWILLING adatti a ripristinare il filo dei tuoi coltelli.


Qual è l’affilacoltelli migliore?


Non perdere mai il filo. Se questa è anche la tua filosofia in cucina, ti serve un buon affilacoltelli. Ma quale? Esistono infatti molti metodi per affilare i coltelli. Per ripristinare il filo puoi acquistare pietre, acciaini e, in particolare da ZWILLING, addirittura ceppi coltelli auto-affilanti. Nel nostro articolo ti spieghiamo come riuscirci al meglio e quale tipo di affilacoltelli è il più adatto a te.


I VARI AFFILACOLTELLI

L’ACCIAINO: TIPI E ISTRUZIONI

ACCIAINO IN ACCIAIO INOX CROMATO

I nostri acciaini in acciaio inox cromato si distinguono per il fatto che asportano una quantità relativamente piccola di materiale dal coltello. Siccome la superficie ha una struttura fine, l’acciaino serve innanzitutto a raddrizzare il tagliente che, grazie alla lavorazione scanalata dello strumento, torna ad essere diritto e viene rettificato tramite il movimento di levigatura. Un acciaino con una superficie zigrinata rimuove delicatamente il materiale. Non serve solo per raddrizzare la lama, ma la affila anche leggermente.

Acciaino in ceramica

Rispetto all’acciaino cromato, quello in ceramica ha una struttura superficiale molto più ruvida, che rimuove anche una maggiore quantità di materiale. Inoltre, la ceramica è notevolmente più dura dell’acciaio inox ed è quindi anche più adatta dell’acciaio cromato a coltelli con un grado di durezza più elevato (a partire da 60 Rockwell). Quando viene utilizzato, un acciaino in ceramica non si limita a rettificare il filo, ma ne aumenta anche delicatamente l’affilatura. Fondamentalmente, tutti i coltelli metallici possono essere lavorati con un acciaino in ceramica. Per un risultato ottimale, ti consigliamo comunque di procedere anche a una lucidatura della lama, ad es. con una coramella in cuoio.

ACCIAINO DIAMANTATO

L’acciaino diamantato è adatto a ripristinare il filo dei coltelli con tagliente liscio e contemporaneamente lucida anche le lame. La fine polvere di diamante viene applicata sull’asta di metallo con un laborioso procedimento. Tuttavia, con l’andare del tempo e ad ogni applicazione si usura e questo significa che un acciaino diamantato ha una durata limitata. Per evitare l’usura precoce, consigliamo di esercitare poca pressione sul coltello durante l’affilatura.

ACCIAINO AL CARBURO DI TUNGSTENO

Il carburo di tungsteno è un metallo duro con componenti ceramiche che può quasi raggiungere la durezza del diamante. L’elevata durezza e la finezza della grana di un acciaino in carburo di tungsteno consentono di utilizzalo per affilare tutti i coltelli in metallo senza danneggiarli. Il carburo di tungsteno non si limita a raddrizzare la lama, ma la affila anche con delicatezza. Il laborioso processo di produzione rende questo tipo di acciaino solitamente più costoso degli altri modelli più diffusi.

CONSIGLI PER L’ACCIAINO

Indipendentemente dal tipo di acciaino che sceglierai, ci sono due principi importanti su cui vorremmo attirare la tua attenzione:


  1. L’acciaino deve sempre essere più duro del coltello.
  2. L’angolo di affilatura di 15° è molto importante per ottenere il risultato desiderato. L’acciaino è l’affilacoltelli adatto a te se desideri che il tuo coltello resti sempre affilato dopo ogni uso. Nella nostra gamma trovi l’acciaino perfetto per il grado di durezza del tuo coltello.
AFFILATURA CON L’ACCIAINO PASSO A PASSO

Per affilare i coltelli con l’acciaino è necessaria un po’ di pratica. È importante mantenere un angolo di 15-20 gradi e far scorrere sull’acciaino tutto il tagliente, dal punto in cui la lama si inserisce nel manico fino alla punta del coltello. La velocità del movimento non influenza in alcun modo il risultato.

Passaggio 1: qual è l’angolo di affilatura del coltello? Posiziona l’acciaino in verticale, con la punta in basso, su una superficie piana. Appoggia la lama del coltello all’acciaino come indicato nella figura in alto. L’angolo tra lama e acciaino dovrebbe essere di circa 15-20 gradi.

Passaggio 2: direzione del movimento Fai scorrere il coltello lungo l’acciaino verso il basso disegnando un leggero arco.

Passaggio 3: affilatura su entrambi i lati Ripeti il movimento sulla parte posteriore dell’acciaino per affilare l’altro lato della lama.

Passaggio 4: quante volte bisogna ripetere il procedimento? I passaggi 2 e 3 devono essere ripetuti da cinque a dieci volte, affilando alternatamente entrambi i lati della lama.

LA PIETRA PER AFFILARE

DI CHE COSA È FATTA UNA PIETRA PER AFFILARE?

Le pietre per affilare vengono ricavate da diversi materiali. Tra i prodotti naturali, i più conosciuti sono la coticula e il granito. Le pietre per affilare di ZWILLING e MIYABI sono in ossido di alluminio bianco. Si tratta di un materiale che, a differenza di un prodotto naturale, ha il vantaggio di garantire una grana precisa e una qualità elevata.

LA GRANA GIUSTA

La grana fornisce indicazioni sulla ruvidità della pietra. Le nostre pietre per affilare sono disponibili nelle grane da 250 a 8.000. 250 è il valore più grossolano per una levigatura di base, 8.000 il più fine, con proprietà lucidanti. Fondamentalmente, il materiale della pietra dovrebbe essere adattato alle condizioni del coltello. Quindi, la grana grossa da 250 è indicata per ripristinare l’affilatura di base. Le grane da 800 o 1000 aiutano in caso di coltelli leggermente spuntati. Ecco come ottenere un risultato ottimale: lavora il tagliente con una pietra a grana grossa. Quindi, per rifinire o levigare utilizzane una più fine. Per usare la pietra è necessaria molta pratica, ma i risultati che si ottengono sono davvero eccellenti. È la soluzione per te se sei portato per i lavori manuali.

IL SERVIZIO DI AFFILATURA ZWILLING